Blog

Le ultime notizie dal nostro blog...

Come guadagnare con la fotografia di paesaggio?

Come guadagnare con la fotografia di paesaggio?

I consigli di oggi arrivano da Federica, fondatrice di EYES-TRAVELLING e specializzata nella fotografia di paesaggio. Federica ci ha raccontato la sua esperienza nella vendita di fotografie nel mondo dello stock online, svelandoci qualche consiglio davvero utile se avete intenzione di vendere le vostre foto sui siti di microstock e non sapete da dove iniziare. Prendete appunti!

FEDERICA, PARLACI DEL MICROSTOCK!

«Su questo argomento è già stato scritto molto in rete, quindi mi limiterò a darti una panoramica generale per non appesantire troppo la lettura. Il microstock è una banca di immagini (stock) online che permette ai fotografi di vendere le proprie fotografie a prezzi modici (micro). Si tratta di puntare a un grande numero di vendite a basso valore, anziché a poche e ben pagate.

Per iniziare a guadagnare in modo significativo con la fotografia di stock devi essere bravoscrupolosoattentocostante e capace di pianificare in anticipo come dare risalto al tuo lavoro. Quello che ripaga, è seguire un piano preciso.

Considerato che l’agenzia tiene per sé una commissione, può andare a finire che di una vendita riceviamo solo da qualche centesimo a qualche euro. Dall’altra parte, potremmo anche guadagnare centinaia di euro, nel caso qualcuno richiedesse una licenza esclusiva su un’immagine, e se il singolo scatto vendesse migliaia di volte. Non sono cose che succedono tutti i giorni, ma se le fotografie rimangono chiuse nel nostro computer, comunque finiscono per non guadagnare un solo centesimo.

Vendere alle banche immagini può essere difficoltoso all’inizio, ma dopo aver ingranato ti basterà un rapido aggiornamento settimanale della collezione».

QUALI SONO LE MIGLIORI AGENZIE DI MICROSTOCK?

«Il mio consiglio è quello di iniziare da un paio di agenzie e poi piano piano aggiungere anche le altre.

Devi sapere che shutterstock da solo produce la metà dei guadagni totali. Ma non solo, con Shutterstock, al contrario delle altre agenzie che richiedono un po’ di tempo prima che le tue foto vengano trovate e acquistate, inizierai a guadagnare fino da subito anche con un portfolio di poche decine di foto. Questo di permetterà di non perdere l’entusiasmo iniziale e proseguire con questa attività».

QUALE E’ LA TIPOLOGIA DI IMMAGINI PIU’ ADATTA?

«Prima di iniziare a caricare centinaia di immagini sui siti di microstock occorre fare una selezione ben accurata. Altrimenti rischierai di vederti bocciare tutte le foto caricate.

Le foto caricate dovranno essere di alta qualità:

COSA FARE

  • Le parole chiave devono essere accurate e semplici e in relazione stretta con il soggetto protagonista dell’immagine, io uso questo sito per inserire le parole chiave.
  • Assicurati che le foto sia attraenti anche in un’anteprima ridotta, perché è in questo modo che verranno visualizzate sul sito.

COSA NON FARE

  • Non esagerare con la post produzione: non tutti cercano immagini iper sature e poco reali. Anzi, oggi c’è molta richiesta per foto il più possibile realistiche. Per esempio con un’ampia gamma dinamica».

FEDERICA, RACCONTACI LA TUA ESPERIENZA!

«Da metà del 2014 ho iniziato a inviare foto ad alcune agenzie di microstock. All’epoca non sapevo bene quello che stavo facendo, mi avevano detto che si poteva guadagnare qualche soldo dal proprio hobby e mi ci sono buttata senza informarmi. Quasi tutte le foto che caricavo venivano rifiutate, e quelle poche che venivano accettate, nel migliore dei casi, venivano vendute 2 o 3 volte.

Inutile dire che per il primo anno i guadagni sono stati pressappoco pari a 0. Stavo quasi per mollare, visti i scarsi risultati, poi ho voluto fare l’ultimo tentativo: quello di informarmi, imparare un metodo e seguirlo

con costanza.

Ho iniziato col capire come mai le mie foto veniva rifiutate e successivamente a studiare la domanda del mercato.

Certo, guadagnare con le foto di paesaggio in un mercato ormai saturo non è facile, ma c’è ancora un po’ di margine. Per esempio con destinazioni poco conosciute ma che stanno diventando sempre più famose.

Nel 2016 ho venduto più di 5000 foto con 6 agenzie diverse con un portfolio abbastanza piccolo, tra le 300-400 foto per agenzia. Per iniziare a vendere qualche foto tutti i giorni bisogna arrivare ad

avere un portfolio di almeno 200 foto per ogni agenzia».

CI SPIEGHI PASSO PER PASSO?

«Questi sono i passaggi che effettuo dall’acquisizione fino al caricamento dell’immagine sui vari siti di microstock:

  • Scattare in RAW: questo di permette di poter post produrre senza problemi la foto destinata alla vendita, senza introdurre artefatti che renderebbero la foto invendibile
  • Importazione e catalogazione del file RAW: durante l’importazione delle foto è fondamentale scegliere le foto destinate alla vendita.
  • Post – produzione base: effettuare le regolazioni base, come: esposizione, contrasto, luci, ombre, punto del bianco e nero.
  • Salvataggio del file in JPG: convertire il RAW in JPG ad alta risoluzione e a 240dpi.
  • Parole chiave: questa è la fase più delicata, perché è fondamentale inserire le parole chiave giuste. Ci sono dei siti che ti aiutano in questo, tipo questo.
  • Upload: questa è la fase più noiosa, perché bisogna indicizzare ogni immagine (titolo, descrizione, parole chiave ecc…) e poi aspettare l’approvazione. Quasi tutte le agenzie permettono il caricamento via FTP (es. Filezilla)».

QUALI SONO LE TUE FOTO PIÙ VENDUTE?

«Per avere un’idea delle foto di paesaggio che sono più vendibili ti mostro le mie foto più vendute, sono state tutte vendute tra le 100 e le 200 volte, tranne la prima che ha superato le 500 volte».

Ringraziamo Federica per averci svelato i suoi trucchi per iniziare a guadagnare con la fotografia di paesaggio. Per non perdere i consigli di EYES-TRAVELLING e le altre ricette fotografiche seguite Federica su Facebook

 



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Copyright 2012 Photo Canarias - All rights reserved
web design